La Società Cooperativa “La Bella di Cerignola” nasce nel 1993 grazie alla determinazione e all’impegno finanziario di alcuni agricoltori, tra i maggiori produttori di olive della varietà Bella di Cerignola, una tra le più apprezzate olive da tavola del mondo.

Ha sede in Cerignola, storico centro agricolo e agroalimentare del Tavoliere delle Puglie, a tre chilometri dal centro abitato, presso l’azienda Santo Stefano dei conti Pavoncelli.

La Cooperativa si occupa della trasformazione, del confezionamento e della commercializzazione di olive provenienti esclusivamente dai campi dei soci, raccolte a mano dopo un’attenta coltivazione.

Nel rispetto dell’ambiente i soci attuano, nei propri oliveti, la cosiddetta “Lotta Guidata” che consente, grazie alla consulenza di dottori agronomi e periti agrari, di ridurre al minimo l’utilizzo dei fitofarmaci. Alcune delle aziende associate praticano la coltivazione con il metodo biologico, ciò consente alla Cooperativa di commercializzare parte dei suoi prodotti con il marchio BIO.

Nel corso degli anni la Cooperativa si è dotata di moderni impianti di confezionamento grazie ai quali può garantire la massima salubrità dei suoi prodotti salvaguardando al tempo stesso le loro proprietà nutrizionali e caratteristiche organolettiche.

Ha realizzato, altresì, un impianto fotovoltaico sulle coperture dello stabilimento che le consente di utilizzare, per le lavorazioni, la gran parte dell’energia prodotta, con indubbi vantaggi per se stessa e per l’ambiente.

In virtù della grande attenzione che la Cooperativa presta da sempre verso la valorizzazione del prodotto è stata tra i promotori della presentazione del disciplinare per l’ottenimento del marchio europeo di “Denominazione di Origine Protetta La Bella della Daunia” varietà Bella di Cerignola. Il riconoscimento della DOP è avvenuto nell’anno 2000 ed anche grazie ad esso l’azienda è riuscita ad affermarsi sui più importanti mercati internazionali.

Nell’anno 2002 la Cooperativa è stata anche tra i promotori della costituzione del Consorzio di Tutela Oliva da Mensa D.O.P. La Bella della Daunia cultivar Bella di Cerignola. Consorzio che, dall’anno 2004, opera con il riconoscimento del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali.

Oggi, dunque, le olive più belle, le più grandi, quelle con requisiti rispondenti a quanto previsto dal Disciplinare di produzione della DOP La Bella della Daunia varietà Bella di Cerignola, vengono trasformate e commercializzate, dalla Cooperativa, sia come olive verdi sia come olive nere, con tale prestigioso marchio europeo di Denominazione d’Origine Protetta.

Nella consapevolezza che non può esistere tradizione senza innovazione, la Cooperativa è costantemente impegnata sul fronte della ricerca di prodotti innovativi. Oggi è titolare di un brevetto per invenzione industriale, grazie al quale trasforma e commercializza anche olive Bella di Cerignola come olive rosse. È partner dell’Università e di Enti pubblici in molteplici progetti di ricerca.

Intuitivamente la Cooperativa ha deciso di destinare le olive più piccole della varietà Bella di Cerignola, non destinabili alla DOP, alla produzione di olio extravergine di oliva. Tale scelta è risultata vincente per le ottime qualità organolettiche che l’olio ottenuto presenta.

La Cooperativa ha creduto anche in un altro prodotto, la pasta di olive; pasta che ottiene denocciolando e sminuzzando olive della varietà Bella di Cerignola, miscelate con l’olio extravergine di oliva aziendale.